Blog: http://Mia.ilcannocchiale.it

PIRIBIRIBIRIBIRIBIRIBIRIBI'

PEM! Poppante, torna dalla mamma! ARI-PEM! Hey, che macho!
E allora no?!? Che culo. Non ci credo nemmanco io: nell'uovo di Pasqua ho vinto un Punchball! Sono commossa.


Mo lo metto in giardino, così in estate, mentre prendo il sole, ogni volta che mi sento un pò così, mi alzo e tiro un pò di pugni và. Erano anni che cercavo un luogo da dedicare all' espressione della rabbia e dell' aggressività. Si perchè, quando la senti dentro che sta arrivando e che monta come la maionese impazzita o la panna acida o un toro bramoso, spesso, ti rendi conto che non  esistono né i luoghi né i momenti né le modalità giuste per dare spazio all’espressione di un' emozione "scomoda", come la rabbia. Mai.
E allora, ognuno fa da sé. Alcuni tengon dentro e tentano di soffocare e poi gli viene il mal di stomaco, di fegato, la ieia sulla pelle, gli occhi iniettati di sangue, ‘chè le emozioni, da qualche parte, dovranno pure uscire. No?
Altri invece, se la prendono con altri che poi se la prenderanno con altri.
 
Ecco. Io, oggi, son felice di essere una tipa da baracconi.
L' importante, a volte, è individuare un posto. Un modo. Un perchè. Partendo da dentro.(Senza rompere troppo 'o cazz al resto del mondo. Logico).

Ps. Si capisce vero, che me la sto raccontando e ve la sto raccontando di brutto e che son tutte baggianate a cui non credo mancopenniente, quelle che trovate scritte in questo post. Vero?
Dai, scusate ma,  è ovvio che mica lo posso mettere in giardino il Punchball.
In salotto si però.

Pubblicato il 18/4/2006 alle 19.16 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web